Altro mio sito:
 
cieli.it

 

sorpresa d’essenza

 
 
         
    galleria n°
2
     
                 
 

Galleria 2
 

cieli, Silvano Poggiani, cieli.it, quercia, pianta, rami, bellezza, sole, tramonto, paesaggio della toscana, campagna toscana, paesaggi toscana senese, sera, poesia, vita

Modo di vivere

Hai mai notato un albero che sta nudo contro il sole, com’è bello?
Tutti i suoi rami sono delineati, e nella sua nudità vi è una poesia,
vi è una canzone.
Ogni foglia è andata e sta aspettando la primavera.
Quando arriva la primavera, riempie di nuovo l’albero con la musica
di molte foglie, le quali nella giusta stagione cadono e vengono soffiate via.
E questo è il modo in cui va la vita.

 

cieli, Silvano Poggiani, cieli.it, flussi, riflussi, nebbia, colline, campagna toscana, paesaggio della toscana, surreale, onde di nebbia

Flussi e riflussi

Quella mattina microscopiche goccioline sospese nell’aria e presso il suolo,
davano vita ad un mare di nebbia che invadeva il paesaggio collinare.
Altalenanti flussi di nebbia accarezzavano le dolci colline e
si poteva ammirare anche quello straordinario movimento che creava imponenti
onde di nebbia bianche che si infrangevano sulle creste più alte,
e si adagiavano, poi, per continuare a lambire il paesaggio.
Se ne poteva udire il suono e osservare la stupenda danza dagli innumerevoli passi
che rendeva il paesaggio ovattato e surreale.

 

cieli, Silvano Poggiani, cieli.it, raggi, luce, sole, rami, foglie, sentiero, essenza, campagna toscana, paesaggio della toscana, paesaggi toscana senese, mattino, alba

Splendore d’essenza

Era un mattino lucente e la leggera bruma se ne stava andando
col sorgere del sole.
Dolcemente, la luce intensa del sole, fu rapita
dai rami e le delicate foglie verdi e vibranti di un giovane albero;
era una visione scintillante, gioiosa; la luce si scomponeva in tanti raggi,
ognuno dei quali sembrava voler raccontare un segreto e tutti insieme creavano
una bellezza che andava oltre il dicibile.
Quei meravigliosi raggi di luce erano lì, chiari, forti, penetranti e
non lasciavano segno, era fuoco che non lasciava cenere,
era lo splendore dell’essenza.

 

cieli, Silvano Poggiani, cieli.it, erba, prati, colline, ombre, strada bianca, campagna toscana, sole, passeggiata

Al di là delle colline

Si poteva ammirare con semplicità il rilucente verde dei prati circostanti.
La sinuosa strada che li attraversava sembrava voler essere un invito a
percorrerla per poter osservare da vicino ogni filo d’erba senza calpestarlo.
Le chiazze di luce, che il sole al passaggio delle nuvole infondeva nei prati,
si muovevano insieme allo sguardo per poi perdersi al di là delle colline.
Mentre il panorama ricreava lo spirito, lo stupore abbracciava l’intero essere.

 

cieli, Silvano Poggiani, Cieli.it, salubre profumo, papaveri, fiori gialli, colline, campagna toscana, val d'orcia, natura, immagini natura, profumo salubre

Salubre profumo

Nell’attesa della vicina estate l’incolta campagna si veste di fiori spontanei.
Si poteva ammirare l’ondeggiare dei delicati fiori gialli e dei rossi papaveri
al dolce soffio del vento e udirne il flebile fruscio.
Sintonizzato con il ticchettio dei grilli e l’intermittente suono del volo delle api
che balzavano da un fiore all’altro, quel luogo suggeriva non solo un segnale
di assoluta salubrità, era anche un invito ad osservare l’armonia, la bellezza, e
annusare l’aria imbalsamata dal profumo.


cieli, Silvano Poggiani, Colline, sensi, cieli.it, energia, consapevolezza, desiderio, campagna toscana

Consapevolezza dei sensi

Se riusciamo a guardare quelle colline non soltanto con gli occhi
- i nervi ottici in azione - ma con tutti i sensi, con tutta la nostra energia,
con tutta la nostra attenzione, allora non esiste il me.
Quando non c’è il me non c’è il desiderio di qualcosa di più o il tentativo
di raggiungere qualcosa di più grande.

 

cieli, Silvano Poggiani, quercie, cieli.it, fiori gialli, alberi, fiori, campagna toscana, vita, vento

Profondità di vita

Era un luogo quieto, non si sentiva il rumore di un’automobile, e la casa, lì dappresso, tranquilla. Quelle querce meravigliosamente nude e immobili, erano circondate di
incantevoli fiori gialli che, sotto la luce del meriggio e la fugace mutevolezza del cielo, giocavano con dignità con la dolce brezza del vento.
Una particolare profondità di vita era ben percepibile e conquistava la mente silenziosa.


 Silvano Poggiani, Cieli.it, cieli, incanto, tramonto, nuvole, sole, luce, campagna toscana, toscana

Estatica visione

Qui si poteva vivere senza tempo, senza un passato e senza un futuro,
perché si diventava una cosa sola con questa visione interamente estatica;
non eri più un essere umano, uno straniero appartenente ad altri luoghi:
tu eri il cielo e la terra.
Non esistevi più tu che scegli, confronti, agisci e ricerchi;
tu eri con tutto, in tutto, eri tutto.

 

 Silvano Poggiani, Cieli.it, cieli, incanto, alba, podere, nebbia, luce, campagna toscana, toscana, val d'orcia

Soffuso incanto

Era una mattina splendida e la vista dalla sommità di questa collina era mozzafiato:
La nebbia lambiva le pianure, e dietro, a fare da sfondo, le colline.
Il podere in questa nobile posizione sovrastava l’intero paesaggio e ne era la fortezza
che sembrava interessata a proteggere e a favorire il muoversi dello sguardo che lo contemplava.
Si poteva notare anche il luccichio dorato dell’umidita presente nel terreno che rifletteva
il colore del cielo.
Era una visione che annullava la coscienza attraverso la grandiosità e il silenzio.
Era una sorta di incanto soffuso di pace, delicato e pervasivo.

 

cieli, Silvano Poggiani, albero; pianta; albero secco; rami secchi; campagna toscana; foto toscana; paesaggi toscana senese; toscana;

Incessante piacere

Regnava una quiete inusuale, e poco distante dal grande e meraviglioso albero
secco, si ergeva solitaria, in un tripudio di campi verdissimi e perfettamente lavorati,
una piccola e giovane pianta. Lo straordinario ed enorme albero, sembrava sostenuto
da delicate foglie verdi che abbracciavano la base del suo grande tronco, e aveva raggiunto
nella sua solitudine una grande forza e simmetria; era qualcosa di vitale: anche se
privo di linfa, sembrava dominare tutto ciò che c’era intorno. Sembrava essere lì per
rasserenare e fornire un incessante piacere allo sguardo dell’uomo.


 

   

 

cieli.it